Champing: nuovi modi per viaggiare

Se le inventano proprio tutte per attirare nuovi fedeli in Chiesa. Ma questa volta non è per pregare, almeno nel Regno Unito.

Voglio parlarvi del Champing, un’idea molto originale e anche molto semplice che vi permetterà allo stesso tempo di fare una vacanza diversa dal solito, visitare luoghi ricchi di storia, sostenere il patrimonio culturale, e tutto ciò ad un prezzo contenuto.

Il curioso termine Champing deriva dalla fusione di church e camping, e indica la pratica di campeggiare nelle chiese. Avete capito bene, potrete accamparvi in antichi luoghi di culto come fossero ostelli. Ma niente paura, non vi sveglierà il sacerdote all’alba, queste chiese non sono più utilizzate ai fini canonici, ma vi saranno concesse in uso esclusivo durante il vostro soggiorno dalle ore 18.00 alle ore 10.00, poiché in altri orari, trattandosi di luoghi di importanza storica e artistica, sono previste visite turistiche.

Grazie a questa originale iniziativa il Churches Conservation Trust, la Fondazione britannica per la salvaguardia delle chiese, riesce a raccogliere denaro per proteggere e conservare molte chiese del Regno Unito che altrimenti andrebbero in rovina.

L’idea non deve scandalizzarci. E’ abitudine consolidata in molte chiese del Regno Unito accogliere i fedeli che si recano alle funzioni religiose offrendo spazi giochi per bambini, rinfreschi, scambio libri e visite guidate, un tipo di accoglienza cui non siamo abituati nelle chiese in Italia. Comunque nel caso del Champing, come detto, vengono scelte chiese ormai in disuso, dove gli spazi vengono riorganizzati senza in alcun modo andare a toccare la struttura della chiesa. Ad esempio potrete trovare delle brandine al posto delle usuali panche.

Non ci saranno docce, riscaldamento, fornelli per cucinare, e solo in alcuni casi avrete impianti elettrici funzionanti (il bagno, seppur spartano, quello c’è!). Vengono fornite le brandine e una riserva di acqua in container. Quindi, dimenticatevi i comfort, ma volete mettere l’atmosfera? E può essere una soluzione molto interessante per viaggiare con i bambini, facendo loro assaporare un ambiente culturale in maniera davvero alternativa e informale. E’ consentito inoltre portare il proprio cane, del cibo che non necessiti di essere cucinato, bevande anche alcoliche (ci tengono a specificare che non richiedono agli alloggianti né di essere religiosi né tantomeno sobri).

Trattandosi di chiese antiche, quindi sicuramente fresche d’estate, ma molto fredde nei mesi invernali, la stagione del Champing va dal 30 Marzo al 29 Settembre. Le prenotazioni per il 2020 sono già aperte, quindi cosa aspettate a dare un’occhiata? E’ possibile anche acquistare voucher regalo, quindi potrebbe essere una buona idea per i prossimi doni natalizi, non vi pare?

A cura di: Brunella Bittini