Ciclo mestruale: come spegnere le fiamme dell’inferno tramite l’alimentazione

“Verrai punita con il tuo stesso sangue a rate mensili” disse Dio ad Eva nel momento in cui non riuscì a rinunciare alla tentazione di mordere la mela. Una leggenda però, come si suol dire.

Il ciclo mestruale è un elemento molto fondamentale per il percorso vitale della donna.

In effetti senza di esso non avremmo la possibilità di riprodurci o semplicemente, di poter dar sfogo ai nostri ormoni. Purtroppo però dal momento in cui avviene il nostro prima menarca, fino a proseguire, noi donne ci rendiamo conto di quanto possa risultare, in alcuni periodi, alquanto complicato conviverci pur essendo 5/7 giorni al mese.

In particolare circa il 10-15% di esse soffrono di dismenorrea, ovvero, i soliti crampi dolorosissimi che portano alcune di noi a rimanere al letto per una giornata intera, rendendoci incapaci di poter svolgere anche la minima attività.

Nello specifico i dolori al basso ventre si presentano durante il primo giorno di mestruazione, per questo oltre alla possibilità di assumere i soliti FANS antinfiammatori e antidolorifici e, ad un corretto esercizio fisico, anche l’alimentazione prende la sua parte.

Secondo alcuni studi medici si consiglia di assumere cibi leggeri per evitare la fermentazione a livello intestinale e che non alimentino il gonfiore addominale.

Tra i cibi diuretici rientrano: il finocchio e le zucchine. Oltretutto quest’ ultime sono lenitive per l’intestino e ricche di potassio e magnesio che agiscono da rilassanti muscolari per contrastare il dolore. Da limitare invece è il consumo di fibre, frutta, verdura e cereali integrali.

Nel momento in cui il flusso sanguigno è abbondante a risentirne è il nostro amico ferro. Per evitare ciò: carne rossa oppure del pesce abbinato a dei carciofi, spinaci, lattuga e tuorlo d’uovo ci sono maggiormente d’aiuto.

Al contrario se il flusso sanguigno risulta essere scarso, potrebbe essere indispensabile addirittura una dieta che aiuti la fluidità del sangue. Quindi sì alla frutta come: Albicocche, melone, ciliegie, arance ecc… oppure in aiuto rientrano anche le spezie.

Il cioccolato extra invece è un ottimo rimedio durante la sindrome premestruale dove gli sbalzi di umore sono maggiormente acuti.

A cura di: Alessandra Carnevali