Gravidanza e ginnastica in acqua: un aiuto concreto.

Per le donne che stanno affrontando la gravidanza fare ginnastica in acqua favorisce il percorso di attesa del bimbo. Questo grazie proprio alla mancanza di gravità in acqua.

Lo dice uno studio recente pubblicato sul Journal of Obstetric, Gynecologic & Neonatal Nursing – che ha dimostrato come le mamme in attesa che hanno svolto esercizi acquatici dalla ventesima alla trentasettesima settimana di gestazione avevano più probabilità di avere un perineo intatto dopo il parto.

I ricercatori del polo universitario San Cecilio di Granada, guidati dall’ostetrica Raquel Rodríguez Blanque, hanno studiato come in che modo l’aerobica acquatica rafforzi il perineo e i muscoli maggiormente coinvolti e stressati durante il travaglio. Sono stati confrontati 65 donne gravide le quali hanno partecipato al programma di “esercizio acquatico”, composto da 45 minuti di attività aerobica per tre volte alla settimana, e 64 neo-mamme in dolce attesa che non svolgevano alcuna attività fisica. Successivamente al parto, i ricercatori hanno scoperto che le donne che si esercitavano in acqua durante la gravidanza avevano quasi 13 volte più la possibilità di avere un perineo perfetto rispetto alle altre. Inoltre si è evidenziato come  l’86% di coloro che non hanno completato il programma ha usato farmaci analgesici durante il travaglio, rispetto al 72,3% di coloro che hanno fatto esercizi acquatici.