Il Salento: terra tra arte e natura

Una vacanza che vi rimarrà nel cuore, un territorio che offre svariate possibilità per conoscere una natura incontaminata.

Cerchiamo quindi di organizzare un programma di viaggio per quelli che approderanno in questa meravigliosa terra.

Il Salento è una realtà che contiene al suo interno tanti piccoli paesini ognuno orgoglioso del proprio dialetto, del loro piatto tipico e delle meravigliose feste patronali.

Per iniziare a visitare il Salento sono obbligatorie le tappe a Lecce, Otranto, Gallipoli, Santa Maria di Leuca.

Dopo aver annotato i posti principali organizzatevi su dove dormire e cercate di alloggiare nell’entroterra, potrete essere molto più liberi di poter visitare spiagge e paesini diversi durante la vostra permanenza e decisamente il prezzo si abbassa rispetto alle località di mare.

Per una vacanza più comoda avvicinarsi al centro dove ci sia la possibilità di un lido sarà la scelta più idonea.

Tenete sempre conto che in estate il lungo mare è molto affollato anche in tarda notte, così come le spiagge: cercate di svegliarvi presto perché già a metà mattinata sarà difficile trovare uno spazio adeguato.

Prima di partire annotatevi gli eventi che vengono organizzati durante l’estate salentina, ci sarà l’imbarazzo della scelta tra concerti, sagre e feste tipiche. Per chi preferisce di stare all’interno e visitare spiagge più di nicchia ricordatevi di attrezzarvi con il mangiare, ci sono spiagge dove non troverete bar o ristoranti nelle vicinanze, a differenza per chi si sposterà sul lungo mare potrete godere di ottimi ristoranti di pesce che vi offriranno un pranzo più confortevole.

Per quanto riguarda la sera approfittate delle sagre e feste paesane che vengono organizzate.

Si tratta di un’opportunità valida non solo per conoscere meglio il territorio e la cultura ma per assaggiare meraviglioso piatti tipici di rara bontà.

Anche per quanto riguarda i divertimenti c’è un’ampia scelta per chi rimane sul lungo mare troverete svariate discoteche, pub e aperitivi in spiaggia, quindi un’ approccio più giovanile e al passo con le tendenze mentre per chi desidera tuffarsi nel vero Salento prendete la macchina e cercate i paesini che offrono lo spettacolo migliore, immancabile la tradizionale Pizzica ovvero un ballo salentino conosciuto davvero in tutto il mondo.

Sopratutto durante le feste patronali non mancheranno bellissimi giochi pirotecnici e poi la notte bianca dove potrete aggirarvi in tipici mercatini.

Non solo mare ma anche storia: il Salento ne offre davvero molta.

Partiamo da Lecce con la Basilica di Santa Croce: una costruzione travagliata che inizia nel lontanissimo 1353, simbolo dell’arte barocca leccese, un vero capolavoro architettonico.

Da vedere anche piazza Sant’Oronzo, Palazzo del Seggio e Sedile. E dopo l’arte barocca immergetevi nel medioevo e l’oriente passeggiando tra i vicoli e le piazzette dei paesini di Melpignano, Sternatia, Zollino, Martignano, Calimera, Solento, Corigliano, Castrigliano dei Greci, dove potrete godere a fine di Agosto a Melpignano la Notte della Taranta, il festival di musica e danza popolare Salentina.

Anche le grotte che ci offre il Salento sono ricche di storia e ricche di particolarità grazie al lavoro della natura, in prossimità di porto Badisco si trova la Grotta dei Cervi decorata con pittogrammi neolitici che rappresenta appunto la caccia ai cervi.

Spostandoci tra Castro e Santa Maria di Leuca troviamo la Grotta del Drago, chiamata così grazie alla stalattite a forma di mostro preistorico.

Rimanendo sempre a sud troviamo la Grotte delle Cipollane la cui particolarità sono i fondali di color rosso grazie al corallo.

Insomma dovete solo partire e ammirare con i vostri occhi la bellezza del Salento, ricordatevi che da Maggio a Settembre potrete trovare già un clima estivo, una terra ospitale piena di storia e bellezza.

A cura di: Anita Agostini